ARTE E ARCHITETTURA

HomeMagazineCulturaArte e architettura

"Sono Liberty a Palermo": un itinerario culturale che fa rete con altre città europee

La Città Metropolitana di Palermo verrà presentata ufficialmente agli altri membri del RANN, ente che raccoglie le principali città europee con forte presenza di espressioni dell’Art Nouveau

Rosa Guttilla
Giornalista
  • 25 dicembre 2021

Interno di Villa Virginia (dettaglio foto di Calogero Agrò)

All’interno del progetto "Green lab ai Cantieri" promosso e portato avanti da Legambiente Sicilia, ha preso forma nelle ultime settimane l’itinerario di valorizzazione delle testimonianze, architettoniche e non solo, Liberty presenti in città, con la rete "Sono Liberty a Palermo”.

Un protocollo d’intesa stipulato con partner istituzionali quali la Città Metropolitana di Palermo, il Centro Regionale per l'Inventario, la Catalogazione e la Documentazione grafica, fotografica, aerofotogrammetrica, audiovisiva della Regione Sicilia, il DARCH- Dipartimento di Architettura dell'Università di Palermo; e privati quali Associazione culturale Villa Virginia, Cooperativa Paideia, Società Stand Florio srl Unipersonale, al momento.

«Nei mesi scorsi - ci ha detto Paola La Scala, architetto e referente per Legambiente Sicilia di questo Itinerario - abbiamo lavorato per la messa in rete delle diverse realtà che, a vario titolo, testimoniano la ricca e fruttuosa realtà artistica propria del periodo Liberty. Nell’itinerario che abbiamo tracciato, in continua integrazione, sono stati censiti i siti più significativi già valorizzati negli scorsi mesi con percorsi di conoscenza realizzati a piedi o con le biciclette, rispondendo alla natura di Legambiente.
Adv
Il nostro grande obiettivo, però, oggi reso realtà era l’inserimento nella RANN (Réseau Art Nouveau Network), rete internazionale di Art Nouveau.

Al momento solamente la Regione Lombardia, In Italia, ha già ottenuto questo riconoscimento. Il dossier che abbiamo presentato insieme agli altri attori di questo progetto è stato ufficialmente riconosciuto valido e, il prossimo 3 giugno a Nancy, la Città Metropolitana di Palermo verrà ufficialmente presentata come nuovo membro di questa rete internazionale che certamente contribuirà a dar visibilità all’immenso patrimonio siciliano».

Il Comitato Scientifico della Rete Réseau Art Nouveau, con sede a Bruxelles, ha accettato la candidatura siciliana con la seguente motivazione: «La documentazione presentata attesta la presenza nella città Metropolitana di Palermo di un pregevole patrimonio liberty che trova ampiamente riscontro nella bibliografia scientifica presentata a sostegno della candidatura (…)».

Il RANN raccoglie le principali città europee che sono caratterizzate da una forte presenza di espressioni dell’Art Nouveau che ha lo scopo di valorizzare questo patrimonio promuovendo attività ed eventi tra e nelle città che ne fanno parte.

«L’accoglimento della nostra candidatura è stata la realizzazione di un'idea che, tassello dopo tassello, è diventato un progetto di conoscenza e valorizzazione del nostro patrimonio».

Sostanzialmente con l’ingresso in questa rete, che opera senza scopi di lucro, giunge a Palermo un logo specifico che renderà il patrimonio Liberty dell’intera area metropolitana riconoscibile a livello internazionale.

«Il fatto che il principale attore sia la Città Metropolitana di Palermo ci consente di poter accogliere, in futuro, tutti gli altri siti e in generale tutto il patrimonio rappresentato non solo da beni immobili, relativo al questo preciso periodo storico.

Chiunque voglia entrare nella rete "Sono Liberty a Palermo” non dovrà fare altro che farne richiesta e verrà inserito e valorizzato tra le iniziative culturali, con sfondo ambientalistico sempre, che organizzeremo nei prossimi mesi».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI