INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorio

"Torno presto": la Rosalia contro il degrado sta tornando, i residenti puliscono ancora

Era stata collocata per dissuadere gli sporcaccioni di Palermo a lasciare i rifiuti in quell'angolo ma la "Santuzza" è stata rubata: la risposta dei residenti

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 4 giugno 2019

I nuovi cartelli apposti dopo il furto della Santa

"Ruoppu c'arrubbaru a santa Rosalia ci misuru i grate" (dopo che hanno derubato Santa Rosalia hanno messo le grate) è un detto palermitano che in questo caso calza a pennello.

La "Santuzza" che avrebbe dovuto proteggere vicolo panormita dai rifiuti lasciati dagli incivili, posizionata dai ragazzi dell'associazione che gestisce Palazzo Alliata in piazza Bologni è stata rubata.

Sono stati attimi di sconforto quelli che susseguiti alla triste scoperta, la statuetta della Santa ha resistito pochi giorni nella sua piccola edicola votiva (ne abbiamo parlato qui), una finestrella usata per mettere rifiuti, che un gruppo di volenterosi ha ripulito e, sperando di non rivedere la finestrella diventare nuovamente una piccola discarica hanno creato una piccola edicola votiva.

I volontari però non si sono dati pervinti, e, malgrado il torto subito, hanno rilanciato, hanno posizionato nuovi cartelli con altri messaggi - uno in particolare recita "torno subito, firmato Santa Rosalia" - e hanno anche ripulito altre tre finestre vicine.

«Abbiamo chiamato un fabbro - ha raccontato Filippo Pazienza, uno dei promotori dell'iniziativa - faremo montare delle grate a protezione della santuzza, compreremo un'altra statuetta e la riposizioneremo dove era prima».

«Con l'apertura della libreria in fondo via Giuseppe D'Alessi - continua - hanno finalmente tolto i cassonetti che diffondevano un odore nauseabondo in tutta la strada, solo che adesso in molti non sanno più dove buttare l'immondizia e questo provoca questi casi di inciviltà. Forse sarebbe il caso di aumentare la vigilanza da parte dei vigili urbani o mettere delle telecamere».

articoli recenti