INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorio

Una piazzetta rinasce grazie a due sposini: alberi comprati con i soldi delle bomboniere

Invece di realizzare le classiche bomboniere destinate a raccogliere polvere sui mobili antiquati di nonna e di zia hanno preferito lasciare – e fare - qualcosa per la loro città

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 16 aprile 2019

La piazzetta con la Zisa dietro sistemata e il murales di Tutto e Niente

Invece di realizzare le classiche bomboniere destinate a raccogliere polvere sui mobili antiquati della nonna e della zia hanno preferito lasciare – e fare - qualcosa per la loro città.

Roberta e Sergio si sposeranno il 25 maggio e hanno contattato i volontari di Guerrilla Gardening per chiedere loro un consiglio su quale piccola area avrebbero potuto sistemare o abbellire con il loro piccolo contributo economico.

I ragazzi di Guerrilla Gardening, operativi a Palermo dal 2011 in operazioni random di giardinaggio "sovversivo", si sono dati subito da fare per individuare un luogo da sistemare, e, dopo svariati sopralluoghi e diversi posti individuati, insieme ai novelli sposi hanno scelto un'aiuola accanto il castello della Zisa alla fine di via Guglielmo Il Buono. Anche perché sia Roberta che Sergio sono originari di questo quartiere.

Nella piazza oltre ad un ficus magnolia hanno trovato molti rifiuti e erbacce, così la nostra equipe armata di zappe e di guanti da giardinieri, ha fatto ben quattro interventi per ridare lustro a quell'angolo dimenticato della città.

Prima hanno ripulito, sistemato e piantumato diverse piante regalate da alcuni abitanti della zona, poi sono tornati per ripiantare un ficus, e, infine, gli sposini hanno comprato e piantato un ulivo e due alberi di arance amare.

Come ultimo intervento, è stato dipinto il muro che costeggia la piazza da uno degli street artist palermitani che – fino ad ora - ha lasciato, perlopiù, la sua impronta sui muri del Capo: Tutto e Niente. Il muro è stato tinto di verde con delle foglie e poi dentro due cerchi sono state dipinte: una delle sue madri con bambino (tipica del lavoro dell’artista) e nell'altro cerchio Greta Thunberg come esempio di lotta, di messaggio positivo e in difesa dell'ambiente.

«Dopo aver ripulito e piantato nuovi alberi e piante - racconta Antonella Tomasino di Guerrilla Gardening - abbiamo invitato il vice sindaco Fabio Giambrone che è venuto e ci ha promesso una panchina nuova e la manutenzione dell’aiuola».

Promessa mantenuta in tempi record, infatti in meno di 24 ore il vice sindaco (nonché assessore al decoro della città di Palermo) ha fatto sistemare una nuova panchina nella piazzetta e anche il ficus è stato ripulito e potato.

«È importante lavorare in sinergia con il comune – continua Antonella – per dare continuità al lavoro che svolgiamo».

Un lavoro di squadra che ha coinvolto più attori a diverso titolo e che rinsalda la fiducia della gente di buona volontà che ama la propria città, e dimostra che fare bene e in sinergia si può. A fine intervento un concerto del gruppo di percussioniste volontarie CrisPeace ha suggellato questo piccolo tassello di riqualifica urbana.

ARTICOLI RECENTI