LIBRI

HomeMagazineCultura

Una storica casa editrice di Palermo cambia sede, apre le porte e offre l'aperi-libro

Casa Nuova Ipsa è una libreria-laboratorio: spazio vendita all'ingresso e sede della casa editrice nel retrobottega, una vera e propria cucina editoriale

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 28 giugno 2019

Un luogo aperto che faccia fluire energie letterarie e che, contestualmente, faccia da collante tra le varie case editrici siciliane. La storica casa editrice palermitana Nuova Ipsa Editore ha cambiato sede e questo trasferimento in sè un vento di cambiamento più radicale e profondo. C'è voglia di aprirsi, di confrontarsi e quella di via dei Leoni 71 (indirizzo della nuova sede, per l'appunto) è destinata a diventare un punto di riferimento per l'editoria isolana.

Con la nuova sede arriva anche una rassegna “Aperi-Libro” che ha come obiettivo l’incontro, quello che passa non solo attraverso i libri, ma soprattutto attraverso i protagonisti della filiera dell’editoria: dagli editori che preparano i testi degli scrittori ai lettori, destinatari primi dei cataloghi pensati per un preciso pubblico. Durante le serate sarà possibile conoscere autori contemporanei siciliani e non e i loro testi: non sono incontri legati a un libro, ma all’intera produzione degli scrittori che si svelano al loro pubblico.

La rassegna vuole essere un momento di conoscenza che fa rete in editoria, con chiacchiere letterarie Casa Nuova Ipsa è una libreria-laboratorio: spazio vendita all'ingresso e sede della casa editrice nel retrobottega, una vera e propria cucina editoriale, dove potere conoscere i segreti dell'editoria.

Primo incontro, venerdì 28 con la giornalista torinese Letizia Gariglio, ex insegnante e formatrice nell’area della comunicazione, nonché autrice di testi teatrali. Per Nuova Ipsa Editore, Letizia Gariglio ha pubblicato la raccolta di poesie di amore e disamore “Amaritudine”, la raccolta di racconti “La felicità è momentaneamente occupata” e il volume insolito di matematica vedica “Storie vediche”. Suo ultimo libro è un saggio sulla sacralità femminile, dal titolo “Sulle tracce della Dea”. A dialogare con l’autrice ci sarà la psicoterapeuta Francesca Picone.

Gli incontri con aperitivo hanno un limite massimo di 40 persone e un costo di dieci euro. Obbligatoria la prenotazione al numero 091.6819025. Le prossime date sono: venerdì 12 luglio, incontro con l’autore Vincenzo Prestigiacomo; venerdì 26 luglio, incontro con l’autore Pasquale Hamel e venerdì 2 agosto, incontro con l’autore Pasquale Rinaldi.

articoli recenti