SERVIZI

HomeMagazineSaluteServizi

Via libera alla quarta dose: vaccini alla Fiera di Palermo anche senza prenotazione, chi può farla

In tutti i punti vaccinali attivi in Sicilia, compreso l'hub della Fiera del Mediterraneo, è possibile ricevere la somministrazione della quarta dose di vaccino a mRNA

Balarm
La redazione
  • 13 aprile 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori
C'è il via libera anche in Sicilia alla seconda dose di richiamo, ossia la quarta, con vaccino a mRNA contro il Coronavirus. Lo ha deciso la Regione Siciliana dopo l'emanazione della circolare ministeriale dell'8 aprile scorso.

Da mercoledì 13 aprile, dunque, in tutti i punti vaccinali attivi in Sicilia sarà possibile ricevere la somministrazione del vaccino.

In questa prima fase, la quarta dose è rivolta ai soggetti over80, agli ospiti delle RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) e ai soggetti tra i 60 e gli 80 anni con elevata fragilità, purché sia trascorso un intervallo minimo di 120 giorni dalla prima dose di richiamo (terza dose).

A Palermo è possibile ricevere la quarta dose del vaccino nell'hub della Fiera del Mediterraneo, ogni giorno dalle ore 8.00 alle ore 14.00, anche senza prenotazione sulla pagina dedicata ai vaccini nel Portale unico della Fiera.

Al momento non è prevista per i soggetti che hanno contratto l’infezione da SARS-Cov-2 successivamente alla somministrazione della prima dose di richiamo.

Intanto, sempre alla Fiera del Mediterraneo, pltre a tamponi drive-in, vaccinazioni e green pass, ricordiamo che è possibile anche eseguire i test sierologici, su prenotazione, ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00.

Si tratta di un semplice prelievo di sangue che, evidenziando la presenza di anticorpi, è in grado di indicare sia l'eventuale avvenuta esposizione al Covid-19 sia la protezione anticorpale fornita dalla vaccinazione anti-Covid.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE