ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineTurismoItinerari e luoghi

È l'ultimo week end delle "Vie dei Tesori" (parte 1): esperienze e visite nelle otto città

Da Enna a Termini Imerese. Terzo e ultimo fine settimana - sabato 24 e domenica 25 settembre - con gli appuntamenti nelle 8 città della prima tranche del festival

Balarm
La redazione
  • 24 settembre 2022

Un ultimo weekend con il botto: perché sembra quasi che le otto città di questa prima tranche delle "Vie dei Tesori" abbiano serbato almeno un sito a testa, un’esperienza, una gita fuori porta da non perdere.

Così ecco il terzo e ultimo fine settimana (sabato e domenica 24 e 25 settembre), in attesa che partano il 1 ottobre le altre sette città.

Ma godiamoci intanto questi tesori.

Nella Enna arroccata di conventi e palazzi, apre le porte per la prima volta al pubblico il giardino segreto della ex Banca d’Italia, costruita nel ventennio fascista. Ma si visiteranno anche le cripte con un mummiologo, e viene aggiunta una nuova sessione di yoga sabato alle 17.00 alla Rocca di Cerere.

A Caltanissetta un’esperienza particolare: Spazio Pitta, nel quartiere Angeli, è nata dalla forza di Lorenzo Ciulla, in arte il Pittastorie, ma si è subito allargata agli artisti e al quartiere.

E il Palazzo del Seminario Vescovile ed il Museo Diocesano prolungheranno l’orario delle visita di un'ora, per far scoprire anche una nuova opera di Massimiliano Ferragina, che sarà presentata già domani nel corso di un convegno che rientra nelle celebrazioni per i 40 anni del Museo: si tratta dell’opera “Sacra Conversazione”, realizzata in tecnica mista.
Adv
Fuori programma confermano l'apertura (non prevista in un primo tempo) sia la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio con la cripta e la chiesa di Santa Lucia, entrambe nella piccola San Cataldo.

Messina porta i suoi visitatori a Forza d’Agrò per scoprire una collezione privata di artisti del ‘900 che hanno indagato il tema del Sacro.

Trapani aggiunge la residenza dell’amministratore dei Florio, Villa Aula leggiadra e signorile, tra sale Impero, salotti barocchi, arredi liberty, con le vetrate delicate del Bevilacqua e del Gregorietti; ma si affida anche all'Unione Maestranze che gestisce la processione dei Misteri e aggiunge - nella Chiesa delle Anime Sante che custodisce i 20 gruppi scultorei della Settimana Santa – alcuni oggetti da collezione privata che fanno parte della dotazione dei “consoli”.

Tra i pezzi bellissimi, le ciaccole, elementi sonori di finissima manifattura artigianale e antichi di oltre mezzo secolo, di fatto una sorta di metronomo che scandisce i movimenti della processione.

Nella stessa provincia (visitabili con lo stesso coupon) Marsala e Mazara si fronteggiano a colpi di laboratori e passeggiate archeologiche, la prima immagina una visita alla residenza dei Whitaker a Mozia e l’altra conduce nel cuore della città antica.

Termini Imerese ci ha preso gusto: lo spettacolo Nimphé al Grand Hotel delle Terme ha contato le repliche sold out e quindi si aggiungono sia una riduzione teatrale del crudelissimo Escuriale nell’ex Chiesa di Santa Lucia, che un concerto di violoncello e tiorba, domenica al tramonto a Santa Caterina.

Si muove tra teatro e musica, Bagheria ascolta una voce lirica in una dimora irriverente come è l’Oasi Blu, assaggia la crema di sfincione, dipinge una fiancata di carretto o srotola i canti del mare.

Sono soltanto alcune delle esperienze straordinarie di questo ultimo weekend delle Vie dei Tesori nelle prime otto città del festival. Aprono le porte un centinaio di luoghi, alcuni inediti altri ritrovati, ci si potrà perdere tra esperienze e passeggiate.

Un programma intenso, costruito nei singoli territori, rendendo le comunità protagoniste, e i turisti pronti alla scoperta: i primi due weekend hanno già messo insieme quasi ventiseimila presenze ed è veramente un crescendo, ci si prepara al terzo e ultimo fine settimana, per poi dedicarsi dal 30 settembre a Palermo, e dall'1 ottobre anche a Carini, Cefalù, Catania, Alcamo, Ragusa e Scicli.

Scelto dall’assessorato regionale al Turismo tra le manifestazioni che promuovono il programma SeeSicily, il festival, con il supporto di Unicredit come main sponsor, lavora in collaborazione con Comuni, Diocesi, musei, confraternite e privati, col supporto di Poste Italiane.

Con i pullman Autoservice in partenza da Palermo si potranno raggiungere – con gite di un giorno andata e ritorno senza stress – sabato prossimo Trapani e Mazara e domenica chiudere con Enna. Si parte da piazza Verdi e poi si passa da piazzale Giotto.

INFO E TICKET
Per partecipare a Le Vie dei Tesori basta acquisire il coupon per l’ingresso con visita guidata sul sito del festival o negli infopoint allestiti durante il Festival in ogni città. Un coupon da 18 euro è valido per 10 visite, da 10 euro per 4 visite e da 3 euro è valido per un singolo ingresso. Per le passeggiate è previsto un coupon da 6 euro.

Info al numero 091 8420004 (tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00).
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

LE FOTO PIÙ VISTE