CURIOSITÀ

HomeMagazineCulturaCuriosità

Fu la villa della vendetta di Don Vito in Sicilia: com'è oggi uno dei set de "Il Padrino"

La scena girata qui è una delle più crude, l'omicidio di Don Ciccio per mano del figlio di Antonio Andolini, interpretato da un giovanissimo Robert De Niro

Balarm
La redazione
  • 3 aprile 2022

Dai fasti del cinema all'abbandono. Era una delle location siciliane scelte per girare il famoso film “The Godfather” ovvero "Il Padrino, parte seconda", oggi è abbandonata in un angolo della Sicilia.

Gli scatti della villa sono stati pubblicati sul gruppo Facebook "Urbex-Sicilia abbandonata" da Salvy Raider : «Questa Villa, in cui sono state girate alcune scene, dopo tanto sfarzo oggi riversa in uno stato di profonda desolazione - scrive - eppure, una volta dentro, sembra di rivivere le scene animate, le voci prima dei ciack, le emozioni di chi questo luogo lo ha vissuto e amato. Peccato per il triste destino che le è toccato…».

La scena a cui si riferisce in particolare è una delle più crude girate per il film, che pure ne conta tante simili. La vendetta di don Vito Corleone che si concretizza dopo anni di attesa, profetizzata dallo stesso Don Francesco, chiamato Don Ciccio, un personaggio del romanzo Il padrino di Mario Puzo. Nel lungometraggio Il padrino - Parte II, fu interpretato dall'attore Giuseppe Sillato.
Adv
Don Ciccio è il boss mafioso che controlla la piccola città di Corleone, luogo di nascita di Vito Andolini, che diverrà poi il futuro Don Vito Corleone. Nel 1901 fece uccidere il padre di Vito, Antonio Andolini e, successivamente, il fratello, Paolo Andolini, durante il funerale di Antonio (nel romanzo Don Vito è figlio unico, dunque Paolo compare solo nel film).

La madre del giovane Vito andò allora a scongiurare Don Ciccio di risparmiare il figlio e, al suo rifiuto, lo prese in ostaggio, intimando a Vito di scappare. La donna fu uccisa poco dopo con un colpo di lupara, mentre Vito, aiutato da amici, fuggì a New York.

Molti anni dopo, nel 1923, Vito Corleone ucciderà Don Ciccio, ormai anziano, fuori dalla sua villa, squartandolo con uno stiletto e vendicando così i suoi genitori e suo fratello. Il suo ruolo di Don di Corleone viene preso da Tommasino, amico di Vito con il quale ha partecipato all'omicidio del vecchio mafioso.

Una giornata assolata d'estate, il vialetto della villa percorso dall'auto fino a sotto le due rampe di scale che lo condurranno verso l'atroce atto che sta per compiere. Una location perfetta, una scena che colpisce in tutta la sua efferatezza.

Gli occhi di Vito Corleone (interpretato da un giovane Robert De Niro) prima dell'omicidio rimangono impressi nella memoria. Due tizzoni ardenti che contrastano con la voce fioca che ha nella versione italiana del film. Prima di ucciderlo gli rivela la sua identità e che sta compiendo quella vendetta che lui ha tentato di scongiurare.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

LE FOTO PIÙ VISTE