CULTURA

HomeMagazineCultura

“Cortili aperti” per le dimore storiche

Balarm
La redazione
  • 16 giugno 2005

Sabato 18 giugno dalle 19 alle 24 torna Cortili aperti, l’appuntamento con la rassegna dell’Associazione Dimore Storiche Italia, la cui nona edizione, co-patrocinata dal Comune di Palermo e realizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio comunale, è stata presentata stamattina in conferenza stampa a Palazzo delle Aquile. L’iniziativa, che si svolgerà in notturna e comprende anche l’apertura della Fontana Pretoria e dell’atrio del palazzo municipale, è stata illustrata dal presidente di Dimore Storiche in Sicilia, Bernardo Tortorici di Raffadali, e dal presidente del Consiglio comunale, Toto Cordaro.
Si potranno visitare: Palazzo Cutò, la chiesa dell’Assunta, Palazzo Sant’Elia, Palazzo Comitini, la Chiesa e l’Oratorio di Sant’Orsola, l’Archivio Comunale, San Nicolò da Tolentino, la Chiesa di San Cataldo, l’Oratorio dei Falegnami, Palazzo delle Aquile, Palazzo Costantino, l’Oratorio dei Sacerdoti, la Galleria delle Vittorie, il Collegio di S. Rocco e Palazzo Mazzarino. Le visite guidate ai monumenti e ai cortili saranno curate dall’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Inoltre pure quest’anno è stato bandito il concorso “Solo nei Cortili Aperti”, rivolto agli studenti di ultimo anno del palermitano Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini”: in nove dei sedici cortili interessati si esibiranno otto giovani musicisti, che verranno poi premiati durante il concerto di chiusura, in programma a partire dalle 23 a Palazzo Mazzarino a Palermo.
All’interno degli spazi aperti al pubblico, l’associazione Faps allestirà alcuni stand informativi sulla terapia del sollievo nella cura di malati terminali.
Per tutta la durata della manifestazione è stata programmata la chiusura al traffico di via Maqueda, dalle ore 20 a mezzanotte, con invito, da parte dell'Amministrazione comunale ai commercianti, a mantenere aperti i propri esercizi.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI