CURIOSITÁ

HomeMagazineCultura

Terme naturali, ville misteriose e razzismo: i dieci articoli che avete più amato nel 2018

La top ten degli articoli di Balarm più letti del 2018 che magari vi siete persi o che vi fa piacere rileggere: dai tesori nascosti, alla natura selvaggia fino ai temi di attualità

Nicoletta Fersini
Giornalista e Fotografa
  • 1 gennaio 2019

La cascata del Catafurco

La fine dell'anno è tempo di bilanci per tutti anche per chi, come Balarm, racconta Palermo e la Sicilia rivolgendosi ai suoi lettori con dedizione e curiosità.

Dai tesori d'arte alla natura incontaminata, dalle immancabili polemiche ai personaggi più in vista, ecco gli articoli che entrano di diritto nella top ten dei più letti e apprezzati proprio da voi lettori.

Numero 10. La triste storia della storica residenza del "principe mago" Raniero alliata, eclettico quanto discusso personaggio palermitano.

Si parla del caso di Villa Alliata di Pietratagliata, edificio un tempo splendido ma oggi del tutto abbandonato a se stesso (e ai vandali), per l'ennesima volta protagonista di un'asta fallimentare andata a vuoto.

Numero 9. Attraversare la Sicilia e le sue meraviglie, dormendo in tenda o accettando l'ospitalità di ostelli e famiglie, proprio come nel Cammino di Santiago. La Sicilia riscopre il percorso dell'Antica Trasversale creato nel 600 avanti Cristo.

L'emozione di camminare sulle orme degli antichi popoli e dei loro valorosi eroi circondati dall'inestimabile patrimonio isolano fatto di eccellenze, maestranze e siti di pregio storico e artistico.

Numero 8. "Ciao Terroni! Come va? Mi ricordo di voi...". Un monologo crudo, pungente, forte quello recitato dall'attore Andrea Pennacchi su testo dello scrittore Marco Giacosa. Un'amara riflessione sul dilagante razzismo. E sulla nostra memoria corta.

Numero 7. Sulla sommità di un’enorme onda di roccia, incastonata come un gioiello tra le Madonie, si trova Sclafani Bagni.

Un centro abitato tanto piccolo quanto unico nel suo genere, il cui paesaggio incantò persino il genio di Escher.

Sclafani regala ancora atmosfere e silenzi di un tempo, con un interessante sentiero geologico urbano tutto da scoprire e uno stabilimento termale noto, secondo alcuni, sin dai tempi dei greci per le sue "proprietà miracolose".

Numero 6. Poliedrico, colto, amato dai suoi conterranei e non solo: come dimenticare la bailamme scatenatasi a proposito delle condizioni di salute di Franco Battiato. Da un post di un sedicente amico del cantautore, in cura per un presunto Alzheimer, alle repentine smentite di chi gli è davvero vicino.

Numero 5. «Non meritate la Sicilia». Ha fatto scalpore, scatenando non pochi commenti, il caso della turista Marta Giavoni che, dopo una vacanza in Sicilia, ha alacremente bacchettato gli isolani tutti rei di maltrattare la propria terra. Un commento che ha fatto e deve far riflettere noi tutti.

Numero 4. Piscine naturali, cascate, pozze di acqua azzurra, vegetazione fitta e pareti strapiombanti: nel cuore della Sicilia esiste una "Valle degli Dei" tutta da scoprire, un paesaggio unico e straordinario distribuito nel territorio della Val di Noto che è possibile esplorare anche divertendosi tra acqua-trekking, torrentismo e visite guidate.

Numero 3. Tra gli angoli meno conosciuti dell'Isola in provincia di Messina esiste un luogo da favola tra cascate, boschi e caprioli: è la splendida cascata del Catafurco, un imponente balzo d’acqua di circa 30 metri di altezza situato lungo il corso di un affluente del torrente San Basilio.

Numero 2. Si narra che Ercole trovò ristoro nelle acque calde fatte scaturire dalle ninfe: affondano le proprie radici nel mito le Terme Segestane.

Grandi, antiche e incastonate in un ambiente selvaggio tra pioppi, salici, olmi e oleandri e una variegata fauna. Un luogo che toglie il fiato.

Numero 1. Un luogo magico che domina un paesaggio mozzafiato fatto di tramonti, notti stellate e natura: sopra Santo Stefano Quisquina si erge il Teatro di Andromeda, costruito in trent'anni dal pastore Lorenzo Reina che con le proprie mani e le proprie forze ha dato vita, pietra su pietra, a un esemplare di teatro en plen air unico in tutto il mondo.

ARTICOLI RECENTI