EVENTI

HomeMagazineCultura

Altro che mimose: la festa della donna in Sicilia tra mostre, concerti, cortei e teatri

Tra cortei, iniziative solidali, teatri e musica ecco dove passare l'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, in modo alternativo sia a Palermo che in Sicilia

  • 7 marzo 2018

Party a tema, spogliarelli e mazzi di mimose. Per fortuna l'8 marzo non è solo questo: stanche (o stanchi) delle solite proposte, in Sicilia è possibile trascorrere la Giornata Internazionale della Donna in modo "alternativo", tra iniziative solidali, spettacoli teatrali, musica e gusto.

Una marea di persone invaderà le strade di Palermo nel nome dell'autodeterminazione e contro ogni forma di violenza di genere: il grande corteo cittadino "per un 8 marzo di lotta", organizzato dall'associazione Non Una di Meno e dall'Assemblea contro la Violenza Maschile sulle Donne, prenderà il via alle 16.30 da piazza Verdi.

Perchè non trascorrere l'8 marzo al museo? In occasione della giornata due musei siciliani accoglieranno le visitatrici con un biglietto ridotto: il Museo Diocesano di Palermo, dalle 9.30 alle 13.30, al costo di soli 2 euro (tel. 091.6077303) e il Museo Diocesano e del Codex di Rossano, in provincia di Messina, dalle 10.30 alle 11.30 e dalle 16 alle 17, al costo di 3 euro (tel. 0983.525263).

Dall'arte sacra alla fotografia "al femminile": al Magneti Cowork di Palermo inaugura infatti la mostra "SubStantia" di Emanuele Averna e Alberto Tudisca: otto scatti in bianco e nero interagiscono con i suoni dando vita a un'esperienza che fa luce e critica la spersonalizzazione della donna (aperta dall'8 al 31 marzo).

Il Teatro "L'Idea" di Sambuca di Sicilia festeggia le donne con "Lysistrata", rivisitazione della celebre commedia di Aristofane delle registe Valentina Ferrante e Micaela De Grandi della Compagnia Banned Theatre di Catania.

In modo fresco e brioso lo spettacolo racconta la vicenda della giovane Lysistrata, che trova una soluzione surreale ma d'effetto per porre fine alla guerra del Peloponneso: convincere tutte le donne ateniesi ad astenersi dal sesso con i propri mariti (ticket da 11 a 16.50 euro, tel. 342.6114182).

Vuole sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza "Ciclo Interr-8", performance in scena al nuovo Teatro Sant'Eugenio di Palermo: otto donne, otto storie per dar voce a chi ha sempre subito in silenzio (ticket 7 euro, tel 091.6710494).

Un concerto tutto al femminile è la proposta del Cantunera fucina culturale di Palermo: "La donna è mobile" vede protagoniste Sara Cappello, Federica Sardella e Adele Mazzi in un repertorio di musica colta e popolare, arie d’amore e canti tradizionali in lingua siciliana dedicati alle donne (ticket 10 euro).

Se di musica si parla, imperdibile nel giorno dedicato alle donne il live del cantautore Nicolò Carnesi ai Candelai di Palermo: fine autore dai testi cinici e mai banali, con sonorità elettroacustiche un po' italiane, un po' british (ticket 8 euro).

L'8 marzo può essere l'occasione per lasciarsi cullare tra struggenti storie romantiche, amori folli, passioni proibite e dissidi interiori di donne al limite tra realtà e leggenda che hanno segnato la storia di Palermo. Ecco allora "Il tour dell'Ammmore" di Alternative Tours Palermo torna per la quarta volta ad animare le vie del centro storico della città con un itinerario serale intrigante e dal sapore agrodolce (ticket 12 euro).

A proposito di "sapore", a tutte le golose (e i golosi) è dedicata la "Festa del Cioccolato" che in occasione della Giornata della Donna fa tappa a Capo d'Orlando, prima giornata di un intero weekend di degustazioni, laboratori e musica (dall'8 all'11 marzo).

Non si rivolge esclusivamente alle donne ma è di certo uno degli appuntamenti più attesi dell'anno, la grande festa del "Mandorlo in Fiore" di Agrigento, che accoglie visitatori da ogni parte del mondo con un ricchissimo calendario di spettacoli e eventi dedicati dal gusto internazionale.

Nella Giornata della Donna il programma prevede l'esilarante "Largo al Factotum" di Elio (di Elio e le Storie Tese) e Roberto Prosseda, al Palacongressi di Agrigento. I due artisti si cimentano in un viaggio divertente ma raffinato nella storia della musica classica, con Elio negli insoliti panni di Don Giovanni e del Barbiere di Siviglia (ticket 15 euro, tel. 092.220500).

Tra uno spettacolo e un concerto, è importante ricordare come occasioni di festa come quella dell'8 marzo possano essere anche momenti di riflessione e prevenzione.

È con questo spirito che AISM torna nelle piazze di tutta la Sicilia con la campagna "Benvenuta Gardensia!": per tutto il giorno sarà possibile acquistare con un'offerta minima di 15 euro una gardenia o un'ortensia per sostenere la ricerca contro la sclerosi multipla, malattia che affligge in gran parte proprio la popolazione femminile.

Nell'ottica della prevenzione si inserisce l'iniziativa dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute, che proprio l'8 marzo apre le porte degli Ospedali "Bollini Rosa" in occasione del primo "H-Open Day".

Nelle strutture aderenti sarà possibile usufruire di visite ginecologiche gratuite, con un'attenzione particolare dedicata alla diagnosi dei fibromi uterini (consulta l'elenco degli ospedali aderenti).

Alla riflessione e alla consapevolezza è dedicata, infine, l'iniziativa di UIL Giovani di Messina che ha deciso di celebrare la donna distribuendo gratuitamente in piazza Cairoli un fumetto realizzato da Valentina Perrone che affronta, in modo diretto e sensibile, il tema del ruolo della donna nel nostro tempo e nelle diverse culture (tel. 090.2924104).

Per scoprire altri eventi (più o meno alternativi) per la giornata dell'8 marzo è possibile consultare il calendario eventi di Balarm, costantemente aggiornato.

articoli recenti