ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

"Case a 1 euro" nel paese dei mosaici: ci prova anche un gioiello del barocco siciliano

Lo scopo è il rilancio turistico del paesino attraverso la riqualificazione del centro storico ma saranno presi in considerazione anche acquirenti per seconde case e non solo

Balarm
La redazione
  • 26 febbraio 2022

Panorama di Piazza Armerina

Recentemente vi abbiamo raccontato dei mille vicoli della Città delle cento chiese, Piazza Armerina che si trova nel cuore della Sicilia a pochi chilometri da Enna, "arrampicata" su un colle.

Una città, con poco più di ventimila abitanti, nota in tutto il mondo per i suoi straordinari mosaici, del IV secolo d.C, siti all’interno della Villa romana del Casale. Adesso attirerà ancor più visitatori e perchè no, "acquirenti". Si allarga infatti la lista dei comuni siciliani che mettono in vendita le case a 1 euro. Mossa attuata dalle amministrazioni per contrastare lo spopolamento e rilanciare il tessuto sociale.

Dopo Gangi, Delia, Troina, Mussomeli, Castiglione di Sicilia, Lercara Friddi, Sambuca di Sicilia (dove recentemente due imprenditori texani ​​​​​​hanno acquistato, a 1 euro, Palazzo D'Anna, mettendo su un progetto di ampio respiro legato a cerimonie e matrimoni di lusso) adesso anche il sindaco di Piazza Armerina ha avviato il processo per vendere a un prezzo simbolico gli immobili del centro storico barocco e normanno che permetterà anche di mettere in sicurezza e ripristinare il decoro degli innumerevoli immobili abbandonati e fatiscenti presenti nel tessuto urbano della città dei mosaici.
Adv
Allo scopo di favorire lo sviluppo economico del territorio, incentivare l’edilizia e sostenere i giovani professionisti, l’assessore comunale al Patrimonio Aura Filetti si dice pronta ad avviare un dialogo con l’ordine di architetti e ingegneri per creare una raccolta di “progetti a 1 euro” sugli immobili messi a disposizione.

Ogni cittadino infatti avrà la possibilità di cedere l’immobile per il quale non può garantire la messa in sicurezza che poi chiunque nel mondo potrà acquistare al prezzo simbolico di un euro. In questo modo sarà più facile investire nella città e ripopolare il centro storico.

Saranno considerati anche acquirenti interessati a seconde case e case vacanze. Da non escludere nemmeno chi sia interessato al rinnovo degli immobili fatiscenti a scopo turistico.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI