ITINERARI E LUOGHI

HomeMagazineCulturaItinerari e luoghi

Cosa fare nel week end a Palermo: Beer Bubble, Cantine Aperte, Le Vie dei Tesori (e non solo)

Un fine settimana ricchissimo di appuntamenti per trascorrere al meglio il tempo libero. Ecco tutti gli eventi (da non perdere) in città e non solo...

Balarm
La redazione
  • 26 maggio 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Un'immagine del festival "Beer Bubbles"

L'estate ormai è arrivata (superati i 30 gradi di temperatura percepiti, lo possiamo dire con certezza). Ma - giusto perchè la fortuna è sempre dietro l'angolo - dopo giorni di sole e caldo africano, nel week end torna la pioggia. Almeno sabato è prevista una nuova perturbazione (e speriamo sia solo per un giorno).

Ad ogni modo, che piova o splenda il sole, il fine settimana serve per staccare la spina e di sicuro, a Palermo e provincia, non mancano gli appuntamenti per rilassarsi e trascorrere al meglio il tempo libero.

Abbiamo selezionato per voi una carrelata di eventi, come mostre, spettacoli, escursioni e attività per tutta la famiglia in programma da venerdì 27 a domenica 29 maggio.

FESTIVAL E RASSEGNE

Una buona birra (artigianale, s'intende) è proprio quello che ci vuole per iniziare al meglio il week end. Da giovedì 26 al 29 maggio, Villa Filippina ospita il festival internazionale delle birre artigianali "Beer Bubbles": quattro giorni di degustazioni, musica e workshop. Centocinquanta tipologie e più di 10mila litri di birra, 30 birrifici artigianali, tra cui l’eccellenza belga di Brussels Beer Project e tre big italiani capaci di dare filo da torcere alle multinazionali. E ancora, un'area di street food e prodotti tipici con degustazioni gratuite.



Da non perdere l'appuntamento con la versione rimasterizzata in 4K del video mapping “Exstasis”, il grande spettacolo multimediale e immersivo proiettato sulle pareti e tra i marmi della chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, in piazza Bellini.

LE VIE DEI TESORI

Torna anche l'appuntamento con l'attesissimo Festival Le Vie dei Tesori. L'edizione primaverile è dedicato al Genio di Palermo, nume tutelare e figura identitaria della città ma anche, in senso esteso, come parola che indica talento, capacità di intuizione e di innovazione.

Il programma è un vero viaggio dentro la creatività e l’estrema versatilità di personaggi straordinari, del passato e del presente. Visite, passeggiate e mostre racconteranno il Genio di Palermo. Dalle statue più conosciute in piazza Rivoluzione o all’Orto Botanico, a quelle del tutto inedite, nei saloni privati di Palazzo Isnello (che apre al pubblico per la prima volta in assoluto), visitabile domenica 29 maggio.

Avete mai visto Palermo dall'alto? Sicuramente sì, ma quant'è bella. Sabato e domenica, ritornano gli (amatissimi) voli a bordo del Piper quadriposto in partenza dall’Aero Club Palermo di Boccadifalco. Il fil rouge è sempre il nume tutelare della città, visto che si sorvoleranno (alla minima quota prevista per i voli civili) i luoghi del Genio: Villa Giulia, piazza Rivoluzione, Palazzo delle Aquile, per poi proseguire verso Mondello e ritornare a Boccadifalco.

Con il caldo afoso di questi giorni un po' di frescura è proprio quello che ci vuole. Le Sorgenti del Gabriele, il "tempio dell’acqua" sfruttato dagli Arabi, è uno dei luoghi visitabili grazie a "Le Vie dei Tesori". Le sorgenti naturali ai piedi della "conigliera", oggi gestite dall’Amap, sono un luogo dall’atmosfera suggestiva, un antico "tempio dell’acqua", che ancora oggi rifornisce l’acquedotto palermitano.

Dopo le sorgenti del Gabriele, il festival de "Il Genio di Palermo" accoglie in un altro luogo legato all’acquedotto, il primo costruito a Palermo alla fine dell’Ottocento: i Serbatoi di San Ciro dell’Amap, una meravigliosa "cattedrale" gotica dell’acqua scavata nella roccia. La visita, della durata di 30 minuti, è affascinante perché si osservano le acque di Scillato che si gettano con forza dalle condotte alle vasche.

Tra le esperienze da non perdere, nell'ambito delle Vie dei Tesori, c'è la visita in notturna all'Orto Botanico di Palermo. L'appuntamento è sabato 28 maggio, dalle 19.00 alle 21.00. Una passeggiata lungo i viali fino ad arrivare alla serra che ospita da due anni la statua contemporanea del Genio creata da Domenico Pellegrino, simbolicamente in linea con il Genio della fontana della vicina Villa Giulia, realizzato da Ignazio Marabitti nel 1778.

Nel week end proprio l'autore del Genio dell'Orto Botanico, lo scultore Domenico Pellegrino, apre le porte del suo studio, il luogo segreto dove crea le opere, offrendo al pubblico un posto in prima fila per scoprire la vita e il processo creativo dell’artista.

Infine, domenica 29 maggio è possibile visitare anche le cucine reali della Casina Cinese e con l'occasione ammirare la cosiddetta (e geniale) Tavola matematica ovale, realizzata dall’architetto Vincenzo Marvuglia per i re Borbone. Un vero e proprio palcoscenico mobile che funzionava perfettamente tramite un complicato sistema di pesi e contrappesi, tornato a funzionare dopo un lungo restauro. Esempio di ingegneria meccanica che garantiva ai sovrani l’agognata privacy: i piatti infatti giungevano direttamente dalle cucine “reali” sotterranee, tramite un sistema di saliscendi, per cui non c’era bisogno di servitori indiscreti.

FIERE E SAGRE

Per gli appassionati di artigianato e giardinaggio, da venerdì 27 a domenica 29 maggio, l’Associazione Artigianando presenta la seconda edizione di ArtGarden, la mostra mercato che unisce un garden center all'avanguardia alle esposizioni artigianali di artisti e creativi. All’interno del Garden Center saranno allestiti venti spazi espositivi, con borse, accessori per donna, ceramiche, gioielli, e diversi angoli dedicati ad alcune estemporanee artistiche che avranno come tema comune l’artigianato e l’arte.

MOSTRE E MUSEI

A Palermo è in atto una "invasione" di animali negli spazi verdi, per la gioia e lo stupore dei bimbi che vedranno a Villa Trabia e a Villa Malfitano Whitaker maxi sculture di chiocciole, conigli, gatti, rondini, elefanti, tartarughe e pinguini.

A Palazzo Bonocore rivive il grande mito di Ulisse grazie alla mostra, ospitata per la prima volta a Palermo, dal titolo "Odissea Museum - I Segreti di Ulisse tra Magna Graecia e Trinacria", che rimane visitabile fino al 30 giugno.

Da Palazzo Reale di Palermo arriva poi l’urlo di denuncia per i diritti delle donne afghane. Contro la libertà negata. Ingabbiate, invisibili. "For Freedom" è il racconto fotografico di un dramma in pieno svolgimento, un nuovo progetto autoriale che racchiude 49 immagini firmate Steve McCurry.

E sempre a Palazzo Reale è visitabile la mostra .ЯƎ, allestita nelle Sale Duca di Montalto, che aspira a porre Palermo come capitale dell’arte contemporanea, proprio nel periodo chiave di una rinascita collettiva.

Proseguono poi le visite a Palazzo Steri che ogni giorno, dalle 9.00 alle 20.00, apre le sue porte per ammirare la Vucciria di Guttuso, le carceri e il soffitto ligneo.

VISITE ED ESCURSIONI

Il week end che sta per arrivare ha in serbo un appuntamento imperdibile per gli amanti del vino. Sabato 28 e domenica 29 torna infatti "Cantine Aperte", il grande evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino che celebra l'incontro tra vino, musica e natura. Tante le cantine siciliane che partecipano quest'anno all'iniziativa che prevede due giorni di visite e degustazioni in un'atmosfera intima e immersiva (Per conoscere l'elenco delle cantine aperte leggi questo articolo).

Anche questo weekend, a Palermo, si può visitare la Casa delle Farfalle all'interno del Parco Uditore, uno strumento didattico, semplice e divertente insieme. Uno spettacolo unico, al quale si può assistere anche nel Trapanese, nella Casa delle Farfalle di Marsala.

TEATRO E CONCERTI

Il Conservatorio "Alessandro Scarlatti" di Palermo regala "Tracce di suoni", la rassegna di musica contemporanea con una serie di concerti itineranti da stasera, giovedì 26 maggio, a sabato 28 maggio. La manifestazione riunisce in città importanti interpreti di musica contemporanea, alcuni dei quali insegnano al Conservatorio: Gaetano Costa, Giovanni Damiani, Giuseppe Rapisarda, Oscar Strasnoy, Gabriella Costa, Manuel Zurria e Davide Grosso, direttore dell’IMC-Rostrum, Francesco D’Orazio.

Le sedi dei concerti sono la Sala Ferrara del Conservatorio, l’Oratorio di Santa Cita, la Chiesa di Santa Maria di Valverde, gli spazi di ZACentrale dei Cantieri culturali della Zisa, il Museo di arte contemporanea di Palazzo Riso. Il programma completo nell'articolo.

Al Cineteatro Colosseum va in scena lo spettacolo "M.E.S." (Menzogne Estremamente Sincere) di Emiliano De Martino, in programma per sabato 28 e in replica, domenica 29 maggio.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE