AUTORI

Danilo Maniscalco
Architetto, artista e attivista
Vive e lavora a Palermo dove è stato assistente alla facoltà di Architettura dell'Università di Palermo al corso di Progettazione Architettonica tenuto dal prof. Piero Manno, ha lavorato a Saragozza, è co-progettista del mosaico delle vittime innocenti di mafia che potete vedere presso l'Ateneo palermitano, la facciata del tribunale e il Liceo Classico Umberto I. Sono sue le idee di ricostruire Villa Deliella per fare uno sfregio alla mafia e alla D C, di realizzare nelle 12 cisterne ipogee già presenti all'interno del parco della Favorita il museo della WW2, del Parco lineare Diffuso. Scrive di tecnica e architettura su www.lavoripubblici.it .
Ha esposto sue opere di pittura e grafica a Mazara del Vallo, presso la Fondazione Piccolo di Calanovella e la pinacoteca d'arte contemporanea di Capo d'orlando con mostre personali a cura di Aurelio Pes, in mostre collettive presso Palazzo Sant'Elia per Fragmenta, Omaggio al Gattopardo e Riufiuti a cura di Anna Maria Ruta, sempre a Palermo per Rosy forever a cura di Francesco Piazza e tra le vetrine di Bisso Bistrot a cura di Emanuele Pistola. Impegnato nella promozione e valorizzazione del Liberty palermitano, coestensore del documento Effetto Basile con cui il Comune di Palermo ha proclamato Ernesto Basile nuova icona urbana, ha creato il contest e tenuto il primo ciclo di conferenze "Lessico Floreale" all'interno delle iniziative collaterali della Settimana delle culture. Ha svolto attività di tutor nel workshop internazionale Villa Deliella per la scrittura delle linee guida del futuro museo del Liberty a Palermo. 

Articoli di Danilo Maniscalco